I primi computer erano 'donna'

Nel 1945 l'Esercito americano diede vita al progetto ENIAC, l'Electronic Numerical Integrator and Computer, il primo computer non basato su alcuna parte meccanica in movimento. Ad inserire manualmente i dati necessari a programmare le operazioni "caricandoli" fisicamente sui circuiti della macchina furono sei ragazze. Lavoravano su una enorme macchina, alta circa due metri e mezzo e lunga più di venti, utilizzando più di tremila interruttori e dozzine di cavi e cassetti digitali per caricare i dati e dare gli impulsi del programma. La loro storia è raccontata nel volume di Cinzia Ballesio e Giovanna Giordano 'L'Informatica al femminile. Storie sconosciute di donne che hanno cambiato il mondo' (Neos). Durante la Seconda guerra mondiale, più di ottanta laureate in Matematica furono arruolate nell'esercito degli Stati Uniti con la qualifica di 'computer', ovvero persone che eseguivano calcoli. Nel 1997, le ragazze dell'Eniac entrarono a fare parte dell'Albo d'oro della Women in Technology International.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. News Biella
  2. News Biella
  3. Novara NetWeek
  4. News Biella
  5. News Biella

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Azeglio

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...