Sparo a neo mamma, arrestato convivente

La Squadra Mobile di Bari ha arrestato il convivente della donna di 33 anni finita in ospedale il 3 gennaio, accusato di averla colpita con un proiettile all'addome, pochi giorni dopo il parto del loro secondo figlio, eseguendo un'ordinanza in carcere del Gip, su richiesta della Procura. L'uomo è il pregiudicato Emanuele Misceo, 37 anni, accusato di tentato omicidio, detenzione e porto illegali e ricettazione della pistola calibro 6.35. Secondo le indagini, dopo il parto del 27 dicembre e un ennesimo litigio con lui, lei voleva tornare a vivere con la madre, così la sera del 2 gennaio la mamma e un'amica l'hanno raggiunta al quartiere Madonnella, per aiutarla con le valigie. Lui era apparentemente tranquillo, poi ha improvvisamente estratto la pistola e l'ha puntata al ventre della donna, sparando a bruciapelo. E' fuggito ma, quando le indagini si sono strette attorno a lui, si è costituito. La donna ha raccontato tutto solo l'indomani quando è andata al Policlinico. Operata, la prognosi resta riservata. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La gazzetta del mezzogiorno
  2. BAT Magazine
  3. Quotidiano Italiano Bari
  4. Barinedita
  5. Quotidiano Italiano Bari

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bari

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...

      © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963