Presidio contro Registro famiglie

Si sono trovati all'anagrafe di Corso Torino i genovesi che hanno risposto all'appello lanciato dalle associazioni 'Non una di meno', coordinamento 'Liguria Rainbow' e 'comunità di San Benedetto', a cui si sono aggiunte altre 55 sigle, per un presidio di protesta contro l'istituzione del registro delle famiglie del Comune che assegna benefici alla famiglia tradizionale. 400 i numeri di prenotazione che i manifestanti hanno ritirato all'ufficio anagrafe, persone con cui chiedere provocatoriamente l'iscrizione al registro anche per chi non è sposato o lo è con una persona dello stesso sesso o ancora è separato. I funzionari hanno informato che le richieste dovranno essere inoltrate via mail. "Lasciano fuori la gran parte della società genovese - dice Laura Guidetti di Non Una di Meno - perché questo scivolone è un segnale ideologico che il sindaco Bucci manda alla Lega". "Sicuramente uno degli obiettivi è discriminare le famiglie arcobaleno", aggiunge Stefano Musso del coordinamento Liguria Rainbow.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Giornale La Voce
  2. Settimanale L'Ancora
  3. Settimanale L'Ancora
  4. Alessandria News
  5. Settimanale L'Ancora

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Belforte Monferrato

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...