Belvedere Langhe

Filatoio, 60 opere di Sclopis poeta-oste

Sessanta opere inedite di Federigo Sclopis sono esposte al Filatoio di Caraglio per il 90/o anniversario della nascita dell'artista torinese, pittore e oste. Le opere, dedicate ai protagonisti dell'umanità della provincia, in particolare quella cuneese, a riti paesani o alle osterie, sono state date in comodato alla Fondazione Filatoio Rosso di Caraglio dalla moglie Marie Josée Sclopis Todescato. "Un artista sofisticato che ha avuto una moglie così straordinaria che si è preoccupata di farlo vivere più da morto che da vivo. È lei che ha portato a compimento la sua opera dopo la morte", ha detto Vittorio Sgarbi inaugurando la mostra 'Amarcord piemontese: emozioni e incantesimi nell'opera di Federico Sclopis', che è curata da Ivana Mulatero e potrà essere visitata fino al 14 luglio. "La sua tecnica - ha sottolineato Sgarbi - somiglia a quella dei pittori naïf, ma lui non era ingenuo, era semplice. Il suo è un mondo vero, divertente, pieno di dolcezza e di affetto".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie