PAT * TRENTO SMART CITY: Gianfranco Ciotti, « Attacchi informatici, l'importanza di essere utenti consapevoli » -

Stamattina a Trento Smart City appuntamento con Gianfranco Ciotti. Attacchi informatici: l'importanza di essere utenti consapevoli; Diventare pirati informatici per capire come è possibile difendersi dai sempre più frequenti attacchi di phishing che ci possono raggiungere attraverso i diversi strumenti tecnologici diventati ormai di uso quotidiano, non solo il classico personal computer ma anche lo smartphone o la smart tv. Nella sala 2 del Villaggio Digitale di Trento Smart City Week questa mattina è successo anche questo, con il pubblico che si è messo dalla parte degli hacker e il relatore, Gianfranco Ciotti, che si è prestato al ruolo di vittima consenziente. Esperto di sicurezza informatica offensiva, Ciotti ha guidato i partecipanti all'incontro Phishing: da vittime a prima linea di difesa! nell'avvincente simulazione di un attacco informatico in cui una falsa mail di notifica di una multa da parte della polizia locale del Comune di Trento diventa la chiave di accesso al pc della vittima e ai suoi dati personali. Viviamo ormai connessi alla rete e per questo tutti noi siamo stati e saremo bersaglio di attacchi di phishing, ma è sbagliato sia farsi prendere dal panico che affidarsi semplicemente ad un sistema antivirus comunque sempre necessario. Ancora una volta a fare la differenza è la consapevolezza che trasforma l'utente da anello debole della catena di sicurezza a sentinella vigile dei propri dati. Come di fronte ad un qualsiasi tentativo di truffa, ognuno di noi dovrebbe non accettare mai nulla se non si è certi della legittimità della cosa, non cliccare mai collegamenti a fonti sconosciute, non fornire mai dati personali se non si è certi della legittimità della richiesta. Così come succede per un'auto, che si impara a guidare con l'esperienza, la sicurezza non è un oggetto che ci si assicura una volta per tutte, ma un processo che si alimenta grazie alla responsabilità dell'utente, chiamato ad usare in modo corretto gli strumenti a sua disposizione, a tenersi informato su quanto succede attorno a lui, a verificare in modo critico messaggi sospetti. Trasformandosi così da potenziale vittima a collaboratore attivo del sistema contro le truffe informatiche. Intervista a Ciotti: Leggi tutta la notizia

Categoria: TECNOLOGIA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. Il Dolomiti
  3. L'Adige
  4. Il Dolomiti

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bocenago

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...