Bocenago

La fibrosi cistica si può risolvere, la scoperta a Trento

Risolvere in modo permanente due delle mutazioni che causano la fibrosi cistica è possibile: il rimedio arriva dall'editing genomico. Un gruppo di ricerca del Dipartimento Cibio dell'Università di Trento ha infatti dimostrato l'efficacia di Crispr-Cas, la forbice molecolare su cui sta lavorando con successo negli ultimi anni, per risolvere in modo permanente il problema alla base della malattia. L'approccio adottato dal team dell'ateneo di Trento, guidato da Anna Cereseto, apre nuove prospettive nella cura della malattia genetica per la quale al momento non esiste cura definitiva. Il gruppo di ricerca ha adattato il sistema Crispr-Cas, la forbice molecolare che sta rivoluzionando il campo della biomedicina, in modo da correggere in maniera definitiva almeno due tipi di mutazione che causano la fibrosi cistica. La tecnica è chiamata 'SpliceFix' perché ottiene la riparazione del gene (fix) e ripristina il corretto meccanismo di produzione della proteina (splicing).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie