Bologna

Confermata estradizione ufficiale cileno

La Cassazione ha respinto il ricorso contro l'estradizione di Walter Klug Rivera, 69 anni, ufficiale del Cile di Pinochet, arrestato a Parma a inizio giugno. Su di lui pendeva un mandato di cattura emesso nel Paese sudamericano per un processo su un episodio di sequestro di persona del 18 settembre 1973, sei giorni dopo il colpo di Stato. Klug, arrestato a Parma a giugno, avrebbe rapito un militante comunista, che poi sparì, come migliaia di persone in quegli anni. Il Cile aveva chiesto la consegna di Klug per poterlo processare. La Corte di appello di Bologna, nel disporre l'estradizione, aveva sottolineato che per l'ordinamento cileno l'accusa non è prescritta perché "rientra nella classificazione del crimine contro l'umanità. La difesa, avvocato Alessandro Sivelli, aveva fatto ricorso, ma ieri la Cassazione ha rigettato. "Leggeremo le motivazioni e valuteremo", ha detto il legale. Soddisfazione da parte dei familiari delle vittime, rappresentate dall'avvocato Andrea Speranzoni.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963