Bolzano

Bimbo morto a Lana, scarcerata la madre

La giovane donna rumena accusata di avere ucciso, soffocandolo, il figlio neonato lo scorso 16 settembre a Lana è stata scarcerata in quanto non sussistono più le esigenze cautelari. Il giudice ha infatti accolto la richiesta degli avvocati difensori Nicola Nettis e Amanda Cheneri e quindi ora la donna, di 25 anni, è libera. In teoria potrebbe anche tornare in Romania, dove ha un altro figlio di due anni, ma l'avvocato difensore Nettis spiega: "La nostra assistita non intende lasciare l'Italia ed ha anzi intenzione di affrontare il procedimento a suo carico. Ora verrà assistita e aiutata, sotto il profilo psicologico, in una struttura altoatesina adatta allo scopo, pur essendo lei tecnicamente libera e non avendo quindi obblighi di residenza".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963