Carceri: detenuto Lucca picchia agenti

Prima ha aggredito con i pugni due agenti della polizia penitenziaria, lanciando contro di loro anche un carrello per il trasporto del vitto. Poi, una volta bloccato e accompagnato in cella, dopo una mezz'ora, intorno alle 15.00, ha incendiato il materasso provocando un incendio che ha costretto la polizia penitenziaria a evacuare i detenuti della III sezione del carcere di Lucca. Protagonista un detenuto di origine marocchina. Cinque agenti sono stati medicati al pronto soccorso per le inalazioni di fumo e le conseguenze dell'aggressione. A denunciare quanto successo nella Casa circondariale di Lucca è il segretario generale del Sappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria Daniele Capece. "Quanto accaduto a Lucca è inaccettabile ed evidenzia come le tensioni e le criticità nel sistema dell'esecuzione della pena in Italia sono costanti", dice Donato Capece secondo il quale "è solamente grazie ai poliziotti penitenziari se il numero delle tragedie in carcere è fortunatamente contenuto".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Gazzetta del Serchio
  2. La Nazione.it
  3. NoiTv
  4. La Voce di Pistoia
  5. La Voce di Pistoia

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Borgo a Mozzano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...