Cagliari

Vetreria off limits, compagnie migrano

Una conferenza stampa-show con incursione tra il pubblico di un'attrice, Rita Atzeri del Crogiuolo, per chiedere che lo spettacolo vada avanti. Il problema? Gli spazi della Vetreria di Pirri non si possono più utilizzare. E le compagnie Cada Die Teatro e Crogiuolo, ma con loro c'è anche la Cooperativa sociale Cemea che si occupa di attività aggregative e sociali, annunciano che la Stagione di Teatro La Vetreria 2019 e la Rassegna Teatro d'Autore potrebbero diventare senza fissa dimora, itineranti. Tutto questo, spiega l'Ati, l'assegnazione temporanea di impresa assegnataria dei locali, "in seguito alle recenti disposizioni comunali". Il problema più evidente è rappresentato dalla chiusura del teatro vero e proprio per la necessità della messa a norma dei locali. Questa mattina compagnie e cooperative hanno illustrato i loro problemi in una assemblea-conferenza stampa proprio alla Vetreria. Al tavolo anche il presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Edoardo Tocco. "Sto prendendo in questi giorni conoscenza di questa situazione - ha detto - credo che si debba arrivare a una mediazione e ritengo sia opportuno parlarne con il sindaco Paolo Truzzu e la assessora della Cultura Paola Piroddi". "Finora - ha spiegato Sandro Maxia, presidente dell'Ati - non siamo riusciti ad avere una interlocuzione con la parte politica e tecnica del comune di Cagliari. Scaduto il precedente bando, ci siamo ripresentati e abbiamo vinto. Ma sono sorti subito diversi problemi. Il bando era generale, poi però, scendendo nei dettagli, c'è stato detto che alla Vetreria non si potevano fare spettacoli". C'è una programmazione in corso, per questo le compagnie chiedono di poter continuare l'attività "nel rispetto della legge". "Troviamo una soluzione - ha incalzato Maxia - la convenzione, tra l'altro, non è ancora firmata. Chiediamo di proseguire quello che abbiamo cominciato". La consigliera comunale Marzia Cilloccu, componente della commissione Cultura, ha annunciato la presentazione di una interrogazione in Aula. E il caso Vetreria potrebbe presto approdare al tavolo della commissione Cultura. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie