Migranti: psicologi Trentino preoccupati

"Grande preoccupazione" viene espressa dal consiglio dell'ordine degli psicologi di Trento per "la politica dell'immigrazione anche in territorio trentino, con una rimessa in discussione delle strutture per l'accoglienza, che fino a questo momento si erano qualificate per la loro alta competenza, avendo ottenuto ottimi risultati in termini d'integrazione e quindi di adattamento alla nostra realtà". "In questi provvedimenti legislativi - sostengono - cogliamo un'incompatibilità con i principi che sostengono ogni singola azione della professione dello psicologo, perché negano alcuni diritti in base all'etnia e alla nazionalità, lasciando in stato di sofferenza psico-fisica gruppi interi di persone. Non possiamo che esprimere empatia e vicinanza per chi sta vivendo una situazione di negazione dei propri diritti e dei propri bisogni". "Auspichiamo un confronto franco e coraggioso su queste tematiche, nel rispetto delle regole della pacifica convivenza". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. L'Adige
  3. L'Adige
  4. L'Adige

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Calceranica al Lago

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...