Regolamento di conti tra sinti, preso settimo indagato

I carabinieri di Riva del Garda (Trento) hanno concluso col settimo arresto, ieri a Brescia, l'esecuzione di una misura cautelare per una sparatoria avvenuta lo scorso 4 novembre in un parcheggio pubblico all'aperto alla periferia di Trento, utilizzato da molti pendolari. I primi sei arresti erano avvenuti a fine gennaio tra Trentino, Veneto e Lombardia. Gli investigatori, che hanno così concluso l'operazione denominata Full Dalton, hanno riferito che erano stati protagonisti di un regolamento di conti tra famiglie di origine sinti. Secondo quanto ricostruito dai militari, che sul posto avevano ritrovato bossoli di due diverse pistole semiautomatiche, una delle famiglie era arrivata su tre auto e aveva inveito contro un camper di un'altra famiglia, anche sparando, incurante dei passanti. Il settimo a finire in manette ha 25 anni e si è costituito contattando i carabinieri di Riva. È stato condotto nel carcere di Canton Mombello (Brescia). (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. L'Adige
  3. L'Adige
  4. L'Adige

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Calceranica al Lago

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...