Capodimonte

Connessione ultraveloce piccoli comuni

La connessione ultraveloce diventa realtà anche nei piccoli comuni, grazie alla rete in fibra ottica realizzata e gestita da Open Fiber: è infatti partita ufficialmente oggi da Castel Giorgio, borgo di poco più di 2 mila abitanti in provincia di Terni, la fase di commercializzazione dei servizi di connettività sull'infrastruttura nell'ambito del 'Piano strategico nazionale Banda ultra larga', avviato da Infratel Italia, società in house del ministero dello Sviluppo economico. Oltre 7.000 i comuni di tutta Italia nei quali progressivamente sarà disponibile la commercializzazione, 17 le regioni interessate dai primi due dei tre bandi Infratel che si è aggiudicata Open Fiber, operatore attivo nel mercato all'ingrosso. Castel Giorgio è dunque il primo comune collaudato delle aree bianche (le zone meno densamente popolate), in cui nelle case, negli uffici e negli enti pubblici si potrà navigare a 1 Gigabit al secondo, come nelle grandi città.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie