SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Reggia di Caserta - Corso Giannone

Reggia di Caserta

Il Parco Reale della Reggia Caserta riapre il 2 giugno, gli Appartamenti Reali il 17 giugno. Al fine di garantire la tutela della salute del personale e dei visitatori, in considerazione delle restrizioni imposte dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo e dalla Regione Campania, dal 2 giugno, in via sperimentale, è prevista la seguente regolamentazione di accesso alla Reggia di Caserta.

ORARI
- Appartamenti Reali dalle 9.30 alle 19.30, con ultimo ingresso alle 18.45
- ​Parco Reale dalle 8.30 alle 19.00, con ultimo ingresso alle 18.00
- Giardino Inglese dalle 8.30 alle 18.00, con ultimo ingresso alle 17.00

PRENOTAZIONI e INGRESSI
​- Tutti i visitatori, anche gli abbonati e gli aventi diritto ad agevolazioni o gratuità, potranno accedere alla Reggia di Caserta esclusivamente previa prenotazione.
- La prenotazione non avrà costi di commissioni di servizio o maggiorazioni per gli abbonati o per gli aventi diritto all’accesso gratuito. Il costo delle commissioni di servizio per la prenotazione di biglietti a pagamento è di 1 euro. E’ possibile con un’unica transazione prenotare tipologie differenti di accesso (per abbonati, interi, ridotti o gratuiti).
- L’ingresso sarà contingentato per numeri, fasce orarie e cancello di accesso.
- Da Piazza Carlo III (Cancello centrale del Palazzo Reale) con corsia preferenziale per persone diversamente abili: 120 persone ogni 15 minuti.
- Da corso Giannone: 60 persone ogni 15 minuti.
- Per prenotare online è necessario selezionare la data e il cancello di ingresso. Quindi, proseguendo nella procedura, è necessario indicare l’orario. Non sarà consentito entrare in un orario e da un accesso diversi da quelli prescelti. Il sistema potrebbe non consentire la prenotazione nella fascia oraria per il raggiungimento del numero massimo consentito. E' possibile selezionare quindi un'altra fascia oraria.
- Prima di concludere la prenotazione, dal menù a tendina, occorre selezionare la tipologia di biglietto. Tutti gli aventi diritto a biglietto gratuito (persone diversamente abili con certificato, insegnanti, minori di 18 anni e altri…) devono selezionare "biglietto gratuito 18 anni.
- Se il certificato di disabilità prevede accompagnamento, è necessario prenotare due biglietti (dello stesso tipo). E' necessario esibire all'ingresso la documentazione comprovante il diritto. Per tutte le agevolazioni: Clicca qui
- A ciascuna prenotazione sarà associato un codice, da stampare o da mostrare tramite smartphone. Il biglietto non utilizzato non sarà rimborsabile.

ABBONATI
- Chi ha già un abbonamento Parco e ParcApp scaduto tra l'1 marzo 2020 e l'1 marzo 2021 ha diritto a una proroga di 3 mesi con decorrenza dal 2 giugno. La proroga è automatica, quindi è possibile prenotare direttamente selezionando dal menù a tendina "Omaggio abbonato". Sarà necessario esibire l'abbonamento in proprio possesso, anche se scaduto, all'ingresso.
- I nuovi abbonamenti Reggia Restart sono disponibili dall'8 giugno. Al prezzo speciale di 17 euro (inclusi i costi di prevendita e commissione) le meraviglie degli Appartamenti Reali, del Parco Reale e del Giardino Inglese potranno essere vissute fino al 31 dicembre 2020. L’abbonamento è in vendita a questo link

BICICLETTE e SERVIZI
​- Non è consentito l’accesso con le biciclette dall’ingresso di Piazza Carlo III.

​MISURE ANTI-COVID 19
- Per tutti i visitatori sono previste stringenti misure di contenimento per il contagio da Covid-19, che si aggiungono al regolamento di visita consultabile sul sito reggiadicaserta.beniculturali.it
- L’ingresso avverrà previa misurazione della temperatura corporea. Non sarà consentito l'accesso a persone con temperatura superiore a 37,5 gradi.
- E’ fatto obbligo indossare la mascherina, ad esclusione dei bambini al di sotto dei sei anni nonché dei soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della stessa.
- E’ fatto obbligo osservare il distanziamento fisico di almeno un metro.
- Nel Palazzo Reale è vietato toccare superfici, oggetti, dispositivi.
- Negli Appartamenti Reali, per le visite guidate, è fissato il numero massimo di 10 persone per gruppo (guida inclusa)
- Nel Parco Reale, per le visite guidate, è fissato il numero massimo di 16 persone per gruppo (guida inclusa)
- Nel Parco Reale è consentito lo svolgimento di attività motoria con uso obbligatorio della mascherina e il mantenimento di una distanza interpersonale di almeno un metro. Per l'attività sportiva (corsa), qualora sia incompatibile con l’uso della mascherina, è obbligatoria la distanza interpersonale di almeno due metri. Si potrà andare in bicicletta con andatura moderata da passeggio e con obbligo di mascherina.
- E' obbligatorio per tutti l'uso della mascherina in prossimità dell'ingresso e dell'uscita dal Complesso vanvitelliano.
- L’inosservanza delle prescrizioni di sicurezza comporterà l’immediato allontanamento dal Complesso vanvitelliano. Il mancato rispetto delle presenti norme da parte degli abbonati potrà portare a valutare la sospensione temporanea dell’accesso.

Parco Reale e Giardino Inglese

Il Parco reale, parte integrante del progetto presentato dall’architetto Luigi Vanvitelli ai sovrani, si ispira ai giardini delle grandi residenze europee del tempo, fondendo la tradizione italiana del giardino rinascimentale con le soluzioni introdotte da André Le Nôtre a Versailles. La scenografica “via d’acqua” con fontane animate da sculture di soggetto mitologico e giochi d’acqua è alimentata dall’Acquedotto Carolino, grandiosa opera d’ingegneria mediante la quale il Vanvitelli provvide all’approvvigionamento idrico del Palazzo e delle sue fontane.

Il percorso si conclude con la cascata che sovrasta la Fontana di Diana ed Atteone, punto nodale dell’asse prospettico che parte dal viale antistante la Reggia, fende il Palazzo ed attraversa l’intero Parco. A destra della Fontana di Diana e Atteone, su di una superficie di 23 ettari di terreno, si apre il Giardino Inglese, voluto dalla regina Maria Carolina d’Asburgo, moglie di Ferdinando IV di Borbone e progettato dall’architetto Carlo Vanvitelli e dal botanico John Andrew Graefer.

Boschetti, praterie, corsi d’acqua e pittoreschi laghetti fanno di questo spazio un classico esempio di giardino informale o di paesaggio, dove la natura sembra esprimere liberamente tutto il suo fascino sottraendosi a rigidi schemi geometrici. Un paesaggio che fonde elementi naturali ed artificiali, architetture di servizio e finte rovine come quelle del tempio Italico e del Criptoportico, elementi che, insieme al teatro dell’Aperia al Bagno di Venere ed alla fontana del Pastore, si rivelano come tracce di un antico passato conservate e riutilizzate.

Molte sono le specie vegetali esotiche qui introdotte tra fine Settecento ed inizio Ottocento, anche grazie ai rapporti diplomatici con altri Stati europei e destinate ad essere riprodotte e diffuse nei numerosi siti reali ed orti botanici del Regno borbonico.

Il Giardino Inglese luogo di delizie, è stato anche laboratorio di sperimentazione botanica ove numerosi esemplari furono classificati per la prima volta da illustri naturalisti e botanici tra cui si segnalano Michele Tenore, Giovanni Gussone e Nicola Terracciano.

Arte a Palazzo dai Farnese ai Borbone

Il riordino delle collezioni reali ed il conseguente riallestimento degli Appartamenti Storici così come il restauro ed il recupero alla pubblica fruizione di ambienti finora utilizzati come deposito di manufatti ed arredi sono stati i capisaldi di un progetto di implementazione e diversificazione dell’offerta museale che mira a proporre al visitatore la possibilità di scegliere le modalità, i tempi e le tematiche più aderenti ai propri interessi culturali.

Visitando i maestosi saloni degli Appartamenti Storici ed i nuovi spazi della Quadreria e del museo delle Arti Decorative, si ripercorre la storia della dinastia borbonica che governò il Mezzogiorno per centoventisei anni, dal 1734 fino all’Unità d’Italia nel 1860. Le scelte artistiche e culturali che sottesero le molteplici committenze reali sempre ispirate a precise volontà celebrative trovarono nella Reggia di Caserta l’espressione più compiuta e grandiosa della volontà di affermare il ruolo del Regno di Napoli nel contesto geo-politico europeo a cavallo tra il Settecento e l’Ottocento. L’architetto Luigi Vanvitelli è stato il geniale realizzatore.


Link esterni
Sito Ufficiale Reggia di Caserta - Beni Culturali


Tutte le riduzioni e le gratuità si applicano esclusivamente ai cittadini dell'Unione Europea e ai cittadini di Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera.

Info ridotto
Hanno diritto all'ingresso ridotto rispetto al prezzo intero del biglietto:
- Cittadini dell'Unione Europea tra i 18 e i 25 anni;

Info gratuito
- Minori di 18 anni;
- Studenti e docenti dell'Unione Europea delle Facoltà di Architettura, di Lettere (indirizzo Archeologico o Storico-Artistico), di Conservazione dei Beni Culturali e di Scienze della Formazione, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso;
- Docenti e studenti dell'Unione Europea iscritti alle Accademie di Belle Arti, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso;
- Appartenenti all'I.C.O.M. (International Council of Museums);
- Gruppi scolastici (NO UNIVERSITARI) dell'Unione Europea (previa prenotazione) con accompagnatore
- Giornalisti con tesserino dell'ordine;
- Dipendenti MiBACT - Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo;
- Portatori di handicap dell'Unione Europea e un loro accompagnatore;
- Guide turistiche dell'Unione Europea, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- Interpreti turistici dell'Unione Europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- Al personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione rilasciata dalle istituzioni scolastiche (clicca qui per scaricare il modello predisposto dal Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca).

Info gruppi:
Per la richiesta di informazioni o la prenotazione di gruppi organizzati e scuole è possibile contattare il numero 081 18658177 (LUN-VEN 9.30-18.00) o inviare una mail all'indirizzo info@tosc.it. Vi ricordiamo che per quanto riguarda i gruppi non ci sono limitazioni nel numero dei componenti, purchè compatibili con i singoli slot temporali, ovvero:
- ingresso di Piazza Carlo di Borbone max 120 persone ogni 15 minuti
- ingresso di Corso Giannone max 50 persone ogni 15 minuti



Per maggiori informazioni

Altre date relative all'evento

Acquista
  • 08:30
Orari e prezzi potrebbero cambiare a seconda dei giorni. Controllali sul calendario.

Ti potrebbero interessare

Nel frattempo, in altre città d'Italia...

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963