Caserta

Mozzarella bufala dopo,nuovo contenitore

Un nuovo polimero plastico in grado di allungare l'arco di conservazione della mozzarella di bufala campana dop, e di tenerla al riparo dai batteri, abbattendo il rischio di contaminazione per i consumatori. A presentarlo oggi presso le Reali Cavallerizze, storico immobile facente parte del complesso della Reggia di Caserta e da anni sede del Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, è l'ex presidente del Cnr Luigi Nicolais, presidente di Materias, consorzio di start up innovative. "Il nuovo poliestere - spiega Nicolais - lo abbiamo già brevettato, ed entro un anno, contiamo di mettere in produzione i contenitori per la mozzarella. L'idea principale - prosegue l'ex Ministro - è di fare in modo tale che alcuni peptidi si leghino al film in poliestere del contenitore; si tratta di peptidi che si possono mangiare e hanno grande attività contro i batteri, ovvero rompono la loro membrana uccidendoli". Il nuovo materiale permetterà dunque di trasportare la mozzarella, ovunque nel mondo.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963