Superstite alluvione, ci serve psicologo

"Andare avanti non è semplice. Ci siamo resi conto che abbiamo urgente bisogno di un supporto psicologico, sia io che mia figlia Asia, e purtroppo servono soldi che non ho. Per questo chiedo aiuto e sostegno alle istituzioni politiche e sanitarie". A lanciare l'appello, a tre mesi dalla tragedia che ha sconvolto la sua vita, è Giuseppe Giordano, il commerciante di 35 anni che nella notte del 3 novembre scorso ha visto la sua famiglia sterminata a causa della esondazione del torrente Milicia, con il fiume di fango e acqua che ha travolto la villetta presa in affitto. Nella tragedia persero la vita 9 familiari del commerciante. Giuseppe Giordano, rimasto solo con la figlia Asia, ha davanti ancora la questione legata alle spese dei nove funerali che sarebbero stati a carico del Comune, così come aveva assicurato il sindaco Leoluca Orlando.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Catania Oggi
  2. Messina Magazine
  3. Catania Oggi
  4. Catania Oggi
  5. Messina Magazine

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Casteldaccia

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...