Castellamonte

Digos, ultrà Ajax volevano lo scontro

"Gli ultrà olandesi volevano lo scontro e lo dimostra il materiale sequestrato". Ad affermarlo è il dirigente della Digos di Torino, Carlo Ambra, durante la conferenza stampa in Questura in cui sono stati illustrati gli esiti degli interventi messi in atto in occasione della sfida di Champions fra Juventus e Ajax. "Gli ultrà olandesi - osserva il dirigente - sono soliti arrivare in città nei giorni precedenti alla partita per aggirare i sistemi di controllo. Così, su disposizione del Questore, Giuseppe De Matteis, sono stati attivati servizi preventivi anche a Milano e al traforo del Monte Bianco per intercettarli". Sotto i sedili e nelle cappelliere di due pullman gli agenti hanno sequestrato due bombole a gas ad elio, da utilizzare per procurarsi una scarica di adrenalina prima degli scontri in strada. E poi un machete, tre coltelli, cinque torce a mano, quattro passamontagna, petardi, paradenti e guanti rinforzati. Denunciati 54 ultrà, sottoposti a Daspo per 4 anni e allontanati dall'Italia.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie