A Torino si boicotta Eurovision

Un 'controfestival' il 17 maggio a Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche dell'Università. Così a Torino il Collettivo progetto Palestina aderisce alla campagna internazionale di boicottaggio all'Eurovision, contest musicale che quest'anno si svolgerà in Israele. "Quella che molti amano chiamare l'unica democrazia in Medio Oriente - spiega una nota - non è altro che uno Stato di apartheid in cui, da più di 70 anni, oppressione e violenze nei confronti del popolo palestinese sono quotidiane. Come Progetto Palestina ci rifiutiamo di accettare che l'arte e la musica vengano strumentalizzati per mascherare questi crimini". Il 'Controfestival' torinese prevede, oltre a un concerto con special guest Shadia Mansour e Zulu 99 (dei 99 Posse), una serie di eventi di contorno - tra mostre e incontri con musicisti e scrittori - "per scoprire la cultura palestinese, con le forme di resistenza attraverso cui si esprime e le difficoltà che incontra sotto l'occupazione".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Sesia
  2. Giornale La Voce
  3. La Sesia
  4. RadioGold
  5. di Alessandria

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Castelletto Merli

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...