Bomba Firenze: nuova perizia su dna

Il tribunale di Firenze ha deciso di disporre una nuova perizia sul Dna estrapolato dai resti dell'ordigno artigianale usato per l'attentato dinamitardo alla libreria Il Bargello di CasaPound - in cui la notte del 1 gennaio 2017 rimase gravemente ferito l'artificiere della polizia di Stato Mario Vece -, che per l'accusa apparterrebbe a Salvatore Vespertino, finito sul banco degli imputati insieme ad altri 38 esponenti di area anarchica. Secondo la consulenza della difesa, la perizia, eseguita dalla polizia scientifica, non sarebbe affidabile: "Si è trattato - spiega il legale di Vespertino, avvocato Sauro Poli - di un'operazione inaffidabile perché eseguita in assenza di in metodo accreditato". Il tribunale ha deciso di disporre una nuova perizia anche sulle ferite riportate dall'artificiere ferito. Il conferimento dell'incarico ai consulenti avverrà nel corso dell'udienza di domani.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Castiglion Fibocchi

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...