Tribunale: sì ad alienazione parentale

Il tribunale di Brescia ha riconosciuto la sindrome di alienazione parentale per affidare una bambina di dieci anni residente in Franciacorta al padre e non alla madre ritenuta "alienante". Si definisce sindrome di alienazione parentale il comportamento di un genitore che, soprattutto in fase di separazione, scredita l'altro genitore agli occhi del figlio. Si tratta di una situazione che in Italia non è ancora regolata da un articolo del codice penale. In questo caso, la bambina, dieci anni, ha sempre vissuto con la madre. Da pochi giorni è stata invece affidata al padre in modo esclusivo. "È un uomo incapace di prendersi cura della bambina, che tra l'altro, terrorizzata da lui e dalla sua violenza, si rifiuta di vederlo fino a star male" commenta l'avvocato Francesco Miraglia, difensore della donna.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cazzago San Martino

    FARMACIE DI TURNO