Franca Bernini: "La nostra sarà una minoranza costruttiva e attiva"

CASTELMASSA, Rovigo, - Castelmassa Solidale per il lavoro, centrosinistra, alle elezioni si è fermata al 28,31%, la più sonora batosta dal 1945, e Natale Calesella, candidato sindaco, si è immediatamente dimesso alla proclamazione degli eletti. Nel primo consiglio comunale dello scorso 12 giugno è stata quindi formalizzata la composizione del nuovo consiglio comunale 2019-2024 e la minoranza ha designato capogruppo Franca Bernini, avendo lei ottenuto più preferenze. I nuovi consiglieri sono: Vittoria Berveglieri, Michele Cirella e Matteo Pinotti. Franca Bernini, classe 1952, massese doc, ha lavorato una vita come tributarista e dal 2019 è in pensione. Si è laureata in economia e management nel 2009 e nel 2017 ha conseguito la maturità al locale liceo artistico Bruno Munari. 'Ho accettato - sottolinea Franca Bernini - per spirito di servizio la nuova carica, io che sono digiuna come amministratrice ma penso che fare politica significhi sentirsi responsabili del bene comune e fare la propria parte per difenderlo e per promuoverlo. Questo, fra le altre cose, mi ha insegnato don Ciotti '. Nel suo primo discorso di consigliatura ha ringraziato 'quanti ci hanno votato, avendo dato fiducia e sostegno al nostro progetto e al nostro programma'. Senso di responsabilità per una 'minoranza costruttiva e attiva, che esprimerà fermamente e in modo propositivo il proprio dissenso, nel rispetto del proprio progetto, ma concorderà sui punti condivisi nell'interesse della comunità'. Franca Bernini ha concluso auspicando un 'confronto costante con la maggioranza, qualora vengano attivate tutte le commissioni in virtù dei momenti di partecipazione in cui la minoranza possa esprimere e dare il proprio contributo'. Leggi tutta la notizia

Categoria: POLITICA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Rovigo Oggi
  2. SulPanaro.net
  3. Padova News
  4. ANSA
  5. Bologna Today

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Ceneselli

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...