Città di Castello

Gdf scopre un mln euro sottratto a tasse

CITTA' DI CASTELLO (PERUGIA), 3 FEB - Più di un milione di euro risultati pagati irregolarmente, sottratti a tassazione e senza il versamento dei contributi previdenziali sono stati scoperti dalla tenenza di Città di Castello della guardia di finanza in un'operazione svolta con Ispettorato del lavoro e Inps. Ha riguardato tre aziende operanti nel settore della macellazione e lavorazione di carni. Secondo le fiamme gialle le attività erano gestite "solo formalmente" da quelli che in realtà sarebbero stati "semplici dipendenti". Erano invece di fatto amministrate - è emerso dall'indagine - da un unico soggetto che, con l'intento di ridurre i costi e praticare prezzi concorrenziali, elargiva buona parte dello stipendio ai dipendenti senza applicare le ritenute previste dalla legge. Queste somme "aggiuntive" venivano indicate in busta paga con diciture "improbabili" - è spiegato in una nota della gdf - come "prestiti" o "somme aggiunte al netto". Sono stati quindi scoperti 154 lavoratori risultati irregolari.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963