Cocconato

Fondazione Mani intelligenti, nuovi soci

A sei mesi dalla nascita, la Fondazione Mani Intelligenti di Valenza cresce, coinvolgendo sei nuovi soci fondatori - Bigbag, Cartier, Chaumet, Giovanni Ferraris, Mattioli, Recarlo - e acquisisce una vocazione internazionale. "La loro adesione conferma la validità del progetto sul quale è nata la Fondazione: la volontà di consolidare il processo di attrattività del ruolo del Maestro Orafo, coinvolgendo un numero crescente di giovani talenti", spiega il presidente Alessia Crivelli. La giornata ha coinvolto le scuole - oltre 200 dirigenti scolastici e direttori di Accademie di Belle Arti, Afam, Istituti di Design e Istituti Orafi - per far conoscere le opportunità formative e professionali del settore del gioiello. Tra le attività in programma per il prossimo semestre - aggiunge il direttore Gianluca Cravera - il contest nazionale con un premio di 4.500 euro e uno stage retribuito di 3 mesi presso un'azienda socia della Fondazione. Tra i 18 soci fondatori Bulgari e Damiani.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie