SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Aztechi, Maya e Inca: a Faenza gli "antenati" di Ronaldo e Messi

Aztechi, Maya e Inca e le culture dell'America Latina

A Faenza, il MIC Museo Internazionale delle Ceramiche ospita la  spettacolare mostra  "Aztechi, Maya, Inca e le culture dell'antica America", dall'11 novembre 2018 al 28 aprile 2019.

 

Oltre 300 pezzi unici: alcuni custoditi fino ad ora nei depositi del MIC, ma mai esposti e altri provenienti da altre collezioni italiane. La mostra parte dalle ricerche archeologiche ed etnostoriche più recenti e più avanzate per presentare una sintesi degli elementi più affascinanti dell’antica America e intende presentare una visione complessiva dell’America precolombiana in grado di offrire al visitatore una sintesi dei tratti pan-americani comuni alle diverse culture e allo stesso tempo approfondimenti sulle singole culture.

 

L'esibizione, a cura di Antonio Aimi e Antonio Guarnotta, stupirà i visitatori non soltanto per la strepitosa bellezza e raffinatezza delle ceramiche esposte – veri e proprio capolavori d'arte - ma anche per i molti, curiosi spunti di approfondimento che arricchiscono l'esposizione. Uno dei più curiosi riguarda l'invenzione del gioco con la palla, che può essere considerato progenitore del nostro calcio e di tutti gli sport in cui si usa una palla che rimbalza. Infatti negli altri giochi dell'antichità e degli altri continenti che potrebbero rivendicare un legame analogo si usavano palle che non rimbalzavano.

 

Ma come si svolgevano quelle partite? I palloni usati erano più piccoli degli attuali. Il loro diametro non superava i 15 centimetri. La palla poteva essere colpita solo con le anche, le cosce o le ginocchia e ogni squadra doveva rinviare la palla nel campo degli avversari senza farla uscire dallo sferisterio, né farle toccare il terreno. Vinceva chi, commettendo meno errori, arrivava a totalizzare per prima un determinato punteggio. Ma quelle antiche partite anticipano anche altri sport di oggi, ad esempio la pallacanestro. Se, infatti, nel corso delle partite una squadra riusciva a far passare la palla attraverso gli anelli, che, a partire dal Postclassico erano stati collocati ai lati del campo, vinceva ipso facto la partita.

 

Insomma, Aztechi, Maya e Inca giocavano a calcio molto prima degli europei, con tanto di tifo e di scommesse. Vieni anche tu a a Faenza e scopri in mostra gli "antenati" di Ronaldo e Messi.

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

I morti non muoiono

  • Uscita:
  • Regia: Jim Jarmusch
  • Cast: Bill Murray, Adam Driver, Chloë Sevigny, Tilda...

Nella tranquilla cittadina di Centreville, qualcosa non va come dovrebbe. La luna splende grande e bassa nel cielo, le...

Scheda e recensioni

Il grande salto

  • Uscita:
  • Regia: Giorgio Tirabassi
  • Cast: Ricky Memphis, Giorgio Tirabassi, Marco Giallini,...

I quarantenni Rufetto e Nello sono due rapinatori maldestri che, dopo aver scontato quattro anni di carcere per un colpo...

Scheda e recensioni

Polaroid

  • Uscita:
  • Regia: Lars Klevberg
  • Cast: Madelaine Petsch, Kathryn Prescott, Javier Botet,...

Sarah e la sua amica Linda, stanno rovistando nell'attico di casa quando trovano una scatola con dentro una vecchia...

Beautiful Boy

  • Uscita:
  • Regia: Felix Van Groeningen
  • Cast: Steve Carell, Timothée Chalamet, Maura Tierney,...

A diciotto anni, Nic Sheff è un bravo studente, coinvolto nelle recite e nel giornale della scuola, membro della squadra...

Scheda e recensioni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...