Faule

Cellulari, Ministeri contro sentenza Tar

I ministeri dell'Ambiente, della Salute, dello Sviluppo Economico e dell'Istruzione hanno fatto appello al Consiglio di Stato per annullare la sentenza del 15 gennaio 2019 del Tar del Lazio che imponeva allo Stato di adottare, entro sei mesi, una campagna informativa sui rischi per l'ambiente e la salute dei cittadini provocati dall'uso scorretto del cellulare. L'impugnazione della sentenza è avvenuta a poche ore dalla scadenza dei termini di legge fissati per il 15 aprile. La causa era stata intentata dallo studio legale Ambrosio e Commodo di Torino per conto dell'Associazione per la prevenzione e la lotta all'elettrosmog. "Questo atto d'appello - dichiarano gli avvocati Renato Ambrosio, Stefano Bertone e Luigi Angeletti - tradisce la fiducia che i cittadini avevano riposto nei ministeri quando il 16 gennaio, dopo la sentenza del Tar, annunciarono con un comunicato congiunto che avrebbero preparato una campagna informativa".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie