Ferentillo

Guidi,è 25 aprile con violino e non armi

"Liberazione. È il 25 aprile ogni volta che invece di un'arma si imbraccia un violino. È il 25 aprile ogni giorno in cui si ama chi si vuole amare. È il 25 aprile tutte le volte che una donna è libera di scegliere. È il 25 aprile ogni volta che un operaio di notte fa l'amore e non ha altri pensieri. È il 25 aprile ogni volta che si è liberi di nascere in un modo e sentirsi poi in un altro. È il 25 aprile ogni volta che gli anziani sono una risorsa mentre i giovani sono liberi di essere. È il 25 aprile ogni volta che un commerciante vessato dalla mafia non paga più il pizzo". Giovanni Guidi, dopo aver dato la sua disponibilità a candidarsi per le Elezioni Europee 2019 nel collegio Umbria, Marche, Lazio, Toscana con la lista La Sinistra, riflette oggi pubblicamente sul senso del 25 aprile come Festa della Liberazione.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie