Ucciso a Santa Severa,condanna a 10 anni

È stata ribaltata la sentenza nel nuovo giudizio d'appello per Luigi Malizia, 36enne di San Severo (Foggia), condannato a 10 anni di reclusione per l'omicidio di Luigi Solano, il 31enne di origini siciliane trovato senza vita, nel giugno 2014, nei pressi della stazione di Santa Severa Nord, nascosto tra le erbacce e sotto una lastra metallica. Giudicando in sede di rinvio dalla Cassazione, la terza Corte d'assise d'appello ha ribaltato la sentenza assolutoria che era stata pronunciata in appello nell'ottobre 2016 (in primo grado l'uomo era stato invece condannato a 14 anni e 8 mesi di reclusione dal gup di Civitavecchia); era stata la Cassazione ad annullare con rinvio il procedimento, invitando un nuovo collegio di rivalutare, tra l'altro, anche le dichiarazioni rese da Malizia in sede d'indagine e processuale. La nuova condanna, in riforma della sentenza assolutoria, è stata pronunciata, previo giudizio di prevalenza delle attenuanti generiche sulla già riconosciuta aggravante dei futili motivi.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Fiano Romano

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...