Genova

Applausi per Barbiere di Siviglia

Applausi calorosi, ieri sera, al Carlo Felice per la prima del "Barbiere di Siviglia". L'opera rossiniana è stata proposta in un allestimento ormai storico con le scene eleganti e colorite di Lele Luzzati e i costumi accurati di Santuzza Calì. Storica anche la regia di Filippo Crivelli: azione vivace, qualche gag divertente, qualche caduta di tono (ad esempio, il "belinuin" gridato da Don Bartolo a Don Basilio si sarebbe francamente potuto evitare). Non altrettanto convincente è parsa la lettura musicale a causa di una eccessiva velocità impressa a una partitura complicata ricca di insidie sul piano ritmico. Si sono così avvertiti sfasamenti fra voci e orchestra e sono stati soverchianti i recitativi, affidati a una tastiera elettronica probabilmente amplificata in maniera eccessiva. Sul palcoscenico la nota più lieta è venuta da Annalisa Stroppa: voce duttile, elegante, tecnicamente solida, una piacevole e simpatica presenza scenica.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963