Distratti fondi pubblici,sequestro beni

Beni mobili e immobili per un valore di quasi due milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Vibo Valentia nell'ambito dell'operazione denominata "Little John" a quattro persone, tre dirigenti apicali all'azienda in house della Regione Afor (ora Calabria Verde) e l'ad della società finanziaria CooperFin spa, alle quali la Dda di Catanzaro contesta i reati di peculato e turbata libertà degli incanti. L'indagine dei finanzieri è finalizzata a delineare i rapporti intercorsi, negli anni 2013 e 2014, tra l'Afor e la società finanziaria. In particolare, secondo quanto riferito dagli investigatori, sono emersi i rapporti illeciti intercorsi tra l'amministratore delegato della società e i tre dirigenti apicali di Afor che hanno distratto risorse pubbliche per il tramite del "partner finanziario" Cooperfin. Sigilli sono stati apposti, a seguito di un provvedimento d'urgenza del Pm, ad immobili, conti correnti auto di lusso e somme di denaro, in Calabria e in Campania.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gioiosa Ionica

FARMACIE DI TURNO