Tenta il furto di corrente Il volontariato lo salva

Giacomo Halilovic, nomade di 22 anni, residente a Torri di Quartesolo, era finito a processo con l'accusa di avere rubato dei cavi di rame collocati all'interno del contatore di energia elettrica del condominio "LeTorri" al civico 110 di via Savona. Halilovic, nel blitz del marzo 2016, avrebbe agito assieme a un complice per cui è stato aperto un altro procedimento. L'altro giorno, nei confronti dell'imputato, difeso dall'avvocato Piero Zuin, il giudice Veronica Salvadori ha dichiarato di non doversi procedere poiché il reato ascritto all'imputato era da considerarsi estinto in virtù dell'esito positivo della messa alla prova. L'imputato, e il suo complice, era accusato di avere aperto lo sportello dell'armadietto dei contatori elettrici posto all'ingresso del condominio servendosi di una grossa corda agganciata a un'estremità ai cavi di rame da portare via e all'altra a un van Fiat Fiorino; un sistema per strappare in questo modo il rame . Il furto non era andato a segno perché nel frattempo erano intervenuti i carabinieri che avevano bloccato i due e li avevano quindi portati in caserma. Sul caso è stata poi aperta l'inchiesta che ha portato al processo. • © Leggi tutta la notizia

Categoria: CRONACA

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Grumolo delle Abbadesse

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...