Autismo,senza lavoro paga terapie figlio

Valerio ha 9 anni, è autistico ed epilettico, vive con il fratello 13enne e il papà Pierpaolo che, rimasto vedovo, ha dovuto lasciare il lavoro per gestire il piccolo dopo la scuola. I servizi sociali di Anzio (Roma) dove la famiglia vive pagano sedute di terapie ambulatoriali che però non sono adeguate all'autismo di Valerio, di livello grave. Altre attività specifiche per l'autismo comunque non sufficienti Pierpaolo le paga di tasca propria. Per aiutarli dall'Aquila 'Autismo Abruzzo Onlus' ha avviato una raccolta fondi. "Un gesto che non basterà purtroppo - dice il presidente Dario Verzulli - Valerio ha anche bisogno di terapia farmacologica. La Asl di competenza dovrebbe valutare le sue reali esigenze e prenderlo in carico. Come associazione possiamo far sapere a Pierpaolo quali sono i suoi diritti, avvalendoci dell'esperienza maturata in Abruzzo, finora l'unica Regione ad aver recepito la Legge sull'autismo 134/2015 con apposito regolamento (DGR 437/2017) e successiva integrazione (DGR 360/2019)".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

L'Aquila

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...

      © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963