Limone sul Garda

Cultura: Sgarbi, al Mart penso a Canova e Caravaggio

Vittorio Sgarbi è stato presentato oggi ufficialmente come presidente del Mart di Rovereto. Il critico d'arte ha raccontato la sua idea di museo come un fiume in piena. "Penso a un museo etico che sia gratis come già avviene a Londra, quindi le permanenti aperte a tutti e si pagano solo le mostre. Penso a una tassa per i turisti che soggiornano in città, un euro che non è una tassa di soggiorno ma un dono con cui avere uno sconto se si visita la mostra del museo, e poi un ristorante, magari con Oscar Farinetti. Penso a contatti con la stampa nazionale perché il Mart deve essere internazionale. Lo vedo connesso con Palazzo delle Albere di Trento", ha detto. "Porterò una mostra su Canova contemporaneo, ho in mente un'esposizione choc sulle opere dannate ossia quell'arte degenerata che ebbe la censura da parte dei nazisti e perché non Caravaggio? All'Italia poi manca una grande mostra sul più grande artista vivente, lo spagnolo Antonio López García".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie