L'arte al tempo delle migrazioni

Una mostra per portare in giro per il mondo le opere e le suggestioni creative di immigrati o figli d'immigrati, dalle radici trasversali: come in un messaggio controcorrente rispetto a certe paure a certe chiusure, a certi slogan della politica globale. E' l'iniziativa di esordio di una nuova partnership tra la Fondazione Benetton e l'Aga Khan Trust for Culture presentata oggi a Londra da Luciano Benetton - già promotore del progetto internazionale e non profit Imago Mundi, che riunisce 26.000 artisti affermati ed emergenti da oltre 160 paesi del pianeta - e dal principe Amyn Aga Khan, businessman di altissimo lignaggio e guida riconosciuta dei musulmani sciiti di confessione ismailita. La mostra, illustrata nella sede londinese dell'Aga Khan Centre, a King's Cross, s'intitola significativamente 'Don't Ask Me Where I'm From' (Non Chiedermi Di Dove Sono), e avrà un carattere itinerante, con l'apertura prevista il 27 novembre presso la Galleria delle Prigioni di Treviso.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Toscana News
  2. Nove da Firenze
  3. Nove da Firenze
  4. Il Sito di Firenze
  5. www.fiorentina.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Londa

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...