Macerata

Botte a convivente,domiciliari primario

Un primario ospedaliero abitante in una città della costa maceratese su richiesta della Procura della Repubblica di Macerata è stato messo agli arresti domiciliari con obbligo di bracciale elettronico. Le indagini erano state coordinate dal procuratore capo Giovanni Giorgio e dal pm Rosanna Buccini ai quali erano giunte le denunce presentate dalla convivente del medico e dalla figlia. Denunce che riguardavano anni di maltrattamenti, documentati da certificati medici, botte e insulti. Nell'ultimo episodio il primario ha schiacciato con le dita gli occhi della donna. Le accuse contro il medico, sessantenne, sono state confermate dalle indagini dei Carabinieri di Civitanova. Il nome dell'indagato non è stato reso noto per tutelare l'identità della convivente e della figlia.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie