SCEGLI DATA
AGENDA
FILTRA PER FILTRA PER

PALAZZO TE + CHIESA E MUSEO S. SEBASTIANO

Museo civico di Palazzo Te Palazzo Te, "un poco di luogo da potervi andare e ridurvisi tal volta a desinare, o a cena per ispasso" (Giorgio Vasari). Palazzo Te, edificato e decorato tra il 1525 e il 1535, e' il capolavoro di Giulio Romano (Roma 1499 - Mantova 1546), artefice unico e geniale che lo concepi' come luogo destinato all'ozio del principe, Federico II Gonzaga, e ai fastosi ricevimenti degli ospiti piu' illustri. L'"onesto ozio", esaltato in una scritta dedicatoria della Camera di Psiche, aveva il significato latino di attivita' piacevole e raffinata, da coltivare nei momenti liberi dalle gravi occupazioni del governo. Il sostantivo TE e' toponimo, attestato sin dall'epoca medioevale, nella forma latinizzata Teietum o in quella troncata attualmente in uso. Teieto o Te era una localita' di rustiche abitazioni posta a meridione della citta', poco lontano dalle mura. Anticamente situato su un'isola collegata alla citta' di Mantova dal ponte di Pusterla, Palazzo Te e' uno dei piu' straordinari esempi di villa rinascimentale suburbana. La struttura dell'edificio, che ingloba una presistente scuderia dei Gonzaga, venne conclusa in poco piu' di un anno, mentre la decorazione del complesso, avvenuta nello spazio di circa 10 anni (1525-1535), si avvalse della presenza di qualificati collaboratori di Giulio Romano. Gli ambienti monumentali si trovano al pianterreno e sono facilmente accessibili anche ai disabili. Tra i piu' noti: la Sala dei Cavalli, ove sono ritratti a grandezza naturale i destrieri prediletti del principe; la Camera di Amore e Psiche, illustrata da numerosi episodi della storia del dio Amore e della sua amata principessa terrena, ispirati alla narrazione di Apuleio; la Camera dei Giganti, entro la quale lo spettatore viene coinvolto nella tragica rovina dei Giganti, crudelmente puniti per aver voluto scalare l'Olimpo e attentare al trono di Giove. In un luogo appartato del complesso, si apre l'Appartamento del Giardino Segreto, detto anche della Grotta, luogo privato di contemplazione e di riposo, ornato da dipinti e rilievi allusivi alla cultura e alle virtu' del mondo classico. Palazzo San Sebastiano Situato sull'asse viario che collega Palazzo Ducale a Palazzo Te, Palazzo San Sebastiano e' dal 2005 sede del Museo della Citta'. Al suo interno storia e arte guidano il visitatore attraverso un suggestivo percorso che, attraverso piu' di cento opere, racconta i momenti emblematici della storia della civilta' mantovana. Moderne postazioni multimediali permettono di approfondire la contestualizzazione urbanistica ed artistica delle opere, per una completa comprensione del legame tra Museo e territorio.

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

Alive in France

  • Uscita:
  • Regia: Abel Ferrara
  • Cast: Abel Ferrara, Paul Hipp, Joe Delia, Cristina...

Il grande regista Abel Ferrara ha segnato la storia del cinema con i suoi neo-noir provocatori e controversi, ma com'è...

Scheda e recensioni

Dolor y Gloria

  • Uscita:
  • Regia: Pedro Almodóvar
  • Cast: Penélope Cruz, Antonio Banderas, Asier Etxeandía,...

Un racconto di una serie di ricongiungimenti di Salvador Mallo, un regista cinematografico oramai sul viale del...

Scheda e recensioni

Attenti a quelle due

  • Uscita:
  • Regia: Chris Addison
  • Cast: Anne Hathaway, Rebel Wilson, Tim Blake Nelson,...

Due donne squattrinate provenienti da diverse estrazioni sociali sono pronte a spillare quanti più soldi possibili ad un...

Scheda e recensioni

Quando eravamo fratelli

  • Uscita:
  • Regia: Jeremiah Zagar
  • Cast: Raúl Castillo, Josiah Gabriel, Terry Holland,...

lLa storia della schiavitù di tre fratelli, come si sono mantenuti uniti quando erano giovani e come sono diventati...

Scheda e recensioni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...