Fallimento Reggina,sequestrati 3mln beni

Beni mobili e immobili per oltre 3 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria a Pasquale "Lillo" Foti e Giuseppe Ranieri, rispettivamente primo presidente del Cda e amministratore di fatto e amministratore unico pro-tempore della società Reggina Calcio spa, dichiarata fallita nel giugno del 2016. Il sequestro è stato disposto dal gip del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della Procura diretta da Giovanni Bombardieri. Il provvedimento scaturisce da un'attività investigativa condotta dal Nucleo di Polizia economico - finanziaria grazie alla quale sarebbe emerso che Foti e Ranieri si sarebbero resi responsabili di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, omesso versamento di Iva, utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, truffa aggravata ai danni dello Stato. I sigilli sono stati apposti a 69 immobili, tra terreni e fabbricati e partecipazioni societarie in quattro imprese e oltre alle disponibilità finanziarie.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Provincia di Messina
  2. Messina Magazine
  3. Messina Magazine
  4. StrettoWeb
  5. CMNews

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Merì

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...