SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

In mostra al Pac le opere di Eva Marisaldi

Eva Marisaldi. Trasporto eccezionale

Il PAC - Padiglione d'Arte Contemporanea riapre al pubblico con la personale di Eva Marisaldi, tra le artiste più rilevanti della generazione nata negli anni Sessanta. Il PAC ha scelto infatti di dedicarle una delle linee di ricerca della sua programmazione annuale: la promozione e la valorizzazione dell'arte contemporanea italiana. Il progetto espositivo è in programma fino al 3 febbraio 2019. La mostra è curata da Diego Sileo e aggiunge un'ulteriore tappa alla ricerca dell'artista con una nuova riflessione che parte dai suoi primi anni di produzione e arriva fino ai giorni nostri, attraverso un'ampia selezione di lavori passati e con la creazione di nuove opere pensate appositamente per gli spazi del PAC. Fotografie, azioni, performance, video, animazioni e installazioni, alternati a tecniche più tradizionali e artigianali come il disegno e il ricamo. Le opere di Eva Marisaldi sono caratterizzate da una lirica vena narrativa e la sua ricerca prende spunto dalla quotidianità, indagandone gli aspetti più nascosti attraverso un processo poetico e giocoso che si addentra nella sfera della fantasia e dell'immaginazione. Interrogandosi su tematiche quali il dialogo e la narrazione, Marisaldi indaga le possibilità di riflessione individuale e collettiva all’interno dello spazio espositivo, rapportandosi con esso in maniera sempre puntuale e raffinata e dando vita a originali e suggestivi percorsi di trasformazione.Un linguaggio e una figurazione al loro interno coerenti, che nella mostra siamo continuamente chiamati a decifrare, ci trasportano in dimensioni “altre”, dove tutto può succedere e dove tutto rimane sospeso, in cui l’artista pare mettere alla prova la diversità del funzionamento della mente e la complessità della comunicazione, senza tralasciare però un’imprescindibile componente ludica con cui lo spettatore è invitato a confrontarsi. Partendo da questa attitudine la mostra aprirà con una nuova versione dell’opera “Welcome” (2018): tre nastri da ginnastica ritmica azionati da bracci meccanici daranno il benvenuto ai visitatori del PAC, i quali saranno poi invitati a salire a bordo della “Nastronave” (2018) una piccola e colorata stanza da proiezione con una serie di estratti video che raccontano diversi anni di lavoro dell’artista, il tutto accompagnato da un rumoroso sottofondo di locuste.

Per maggiori informazioni

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

La Mia Seconda Volta

  • Uscita:
  • Regia: Alberto Gelpi
  • Cast: Aurora Ruffino, Simone Riccioni, Mariachiara Di...

Diciott'anni, vitale e creativa, un talento ancora da indirizzare: questa è Giorgia. Brucia dalla voglia di finire la...

Nel frattempo, in altre città d'Italia...