Milano

Scala: Roméo et Juliette in versione 'young'

Un cast che piace ai giovani per un'opera che di giovani parla: 'Roméo et Juliette' di Gounod, in scena alla Scala, sembra fatta apposta per avvicinare i ragazzi alla lirica. E lo ha dimostrato al debutto con un pubblico innegabilmente più giovane della media, che ha applaudito per nove minuti, e con un insperato successo di botteghino e due recite su otto già sold out. I motivi sono diversi. Da un lato il protagonista maschile, Vittorio Grigolo, è diventato un idolo dei ragazzi, che hanno imparato a conoscerlo come insegnante del talent show 'Amici'. Ma c'è anche l'interesse degli appassionati per il debutto del ventinovenne Lorenzo Viotti alla conduzione di un'opera alla Scalam, la presenza come Juliette di Diana Damrau, 'signora' della lirica e un cast di giovani ormai affermati come il baritono Mattia Oliveri (un atletico Mercutio), il mezzosoprano Marina Viotti come Stéphano, Ruzil Gatin (Tybald). (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963