Aiutò clan, arrestato ex sindaco Marano

Sono accusati di aver favorito il clan Polverino e per questo per l'ex sindaco di Marano (Napoli) e per l'ex responsabile dell'ufficio tecnico del comune sono stati rispettivamente disposti gli arresti domiciliari e la sospensione dai pubblici uffici. Coinvolto anche un imprenditore edile, ai domiciliari, già a processo per concorso esterno in associazione mafiosa. Dalle indagini dei carabinieri è emerso che l'ex sindaco, Mauro Bertini, attuale consigliere comunale d'opposizione (lista civica di centro-sinistra L'Altra Marano) del Comune di Marano e Armando Santelia, oggi responsabile del settore urbanistica del Comune di Ottaviano, anche previa indebita corresponsione della somma di 125mila euro da parte dei fratelli imprenditori Aniello e Raffaele Cesaro, negli anni in società occulta con esponenti del clan Polverino, avrebbero favorito l'aggiudicazione alla società riconducibile a quest'ultimi della concessione per la commessa di una opera pubblica del valore di oltre 40 milioni di euro.(ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. ForzAzzurri
  2. ForzAzzurri
  3. 100x100Napoli
  4. 100x100Napoli
  5. 100x100Napoli

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Napoli

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...

      © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963