Nave San Rocco

Incendiata auto agente di polizia penitenziaria a Spini

La notte del 13 maggio l'auto di un agente di polizia penitenziaria in servizio a Spini di Gardolo è stata incendiata. Lo denuncia il segretario generale del Sinappe, il sindacato autonomo di polizia penitenziaria, Roberto Santini, in una lettera inviata al provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria, al capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, al direttore generale del personale e alla direttrice della Casa circondariale di Trento. L'auto era regolarmente parcheggiata in un seminterrato e - scrive Santini - i vigili del fuoco intervenuti per sedare l'incendio hanno parlato di un gesto di natura dolosa, escludendo fenomeni di autocombustione. Il sindacato esprime "tutta l'amarezza possibile; un atto di assoluta inciviltà che altro non fa che parimenti connotare l'autore", ed è vicino "al malcapitato collega", che ha subìto danni stimati in circa 6.000 euro in quanto a prendere fuoco non è stata solo l'autovettura ma anche altri beni personali.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie