Oristano

Uccise la moglie, 78enne a processo

E' stato rinviato a giudizio il pensionato di Narbolia Giovanni Perria, 78 anni, accusato di omicidio volontario per la morte della moglie Brigitte Pazdernik, 77 anni di origini tedesche, avvenuta nell'ottobre dello scorso anno. Il processo è stato fissato per il 23 gennaio 2020 davanti ai giudici della Corte d'Assise di Cagliari. Il cadavere della donna era stato ritrovato in mare, qualche giorno dopo la sua scomparsa dall'abitazione di Narbolia, avvenuta il 10 ottobre 2018. L'autopsia disposta dalla Procura aveva poi accertato che era morta per annegamento. La svolta nelle indagini condotte dalla Squadra mobile della Questura di Oristano arriva alla fine di gennaio 2019 con l'arresto del marito per omicidio volontario. Secondo l'accusa, Perria ha ucciso la moglie gettandola in mare in stato di incoscienza per vendicare un tradimento di 40 anni prima, quando vivevano in Germania, che lei gli aveva confessato solo di recente. Davanti alla giudice dell'udienza preliminare Annie Cecile Pinello oggi il procuratore di Oristano Ezio Domenico Basso ha ribadito le accuse nei confronti dell'imputato. Il suo difensore, l'avvocato Antonello Spada, ha invece sostenuto la mancanza di prove a sostegno dell'imputazione di omicidio e ha riproposto la richiesta di concessione, per motivi di salute, degli arresti domiciliari. Attualmente Perria è detenuto nel carcere di Massama. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963