Bancarotta Latte Puccio, due arresti

La Guardia di Finanza ha arrestato l'amministratore della società "Latte Puccio" di Capaci (Pa), Giuseppe Valguarnera, e la sua compagna, Caterina Di Maggio, ex amministratrice, vedova dello storico patron dell'azienda, Enzo, morto 19 anni fa. Entrambi, posti ai domiciliari, sono accusati di bancarotta fraudolenta. Le indagini avrebbero accertato che la società è stata svuotata con il trasferimento in Svizzera di 5 milioni di euro. Insieme agli arresti è scattato il sequestro dei beni per 15 milioni. L'azienda ora sarà gestita da un amministratore giudiziario. Nelle scorse settimane la società ha aperto le procedure di licenziamento per 12 dei 18 lavoratori. Il nucleo di polizia economico-finanziaria diretto dal colonnello Cosmo Virgilio, ha scoperto che i crediti vantati dall'industria casearia sono stati artificiosamente svalutati, poi l'azienda, il cui valore è stato stimato in circa 9 milioni di euro, è stata fittiziamente affittata a un'altra società pera completarne lo svuotamento".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Palermo

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...