Loris, madre omicida cosciente e lucida

In maniera "logica" i giudici di merito hanno stabilito che Veronica Panarello - accusata di aver ucciso il figlioletto Loris Stival strangolandolo, il 29 novembre 2014 nel ragusano - "non versava in stato confusionale, come la stessa ha cercato di far credere, ma, al contrario, era perfettamente cosciente e orientata nell'attività di eliminazione delle tracce del commesso reato e di depistaggio delle indagini". Lo scrive la Cassazione nelle motivazioni depositate oggi nel verdetto 882 relativo all'udienza svoltasi lo scorso 21 novembre, conclusasi con il rigetto del ricorso della difesa della Panarello contro la condanna a 30 anni di reclusione inflitta alla donna dalla Corte di Assise di Appello di Catania nel 2016.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Catania Oggi
  2. Catania Oggi
  3. Catania Oggi
  4. Live Sicilia
  5. Live Sicilia

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Palermo

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...

      © Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963