Pescara

Rigopiano:ex capo Mobile,scuse a parenti

"Voglio innanzitutto chiedere scusa come uomo delle istituzioni per le disgustose ed assurde vicende che voi, familiari delle vittime di Rigopiano, siete da tempo costretti a vivere, in preda ad un comprensibile e crescente sgomento''. E' quanto si legge nella lettera che l'ex capo della Mobile di Pescara Pierfrancesco Muriana ha inviato al Comitato Vittime di Rigopiano, dopo gli sviluppi alla sua denuncia che ha portato all'iscrizione sul registro degli indagati di 4 carabinieri, che riguarda la gestione delle telefonate di eventuale allarme dato alla Prefettura del cameriere Gabriele D'Angelo morto con altre 28 persone nel resort distrutto dalla valanga il 18 gennaio 2017. Muriana nella lettera spiega che l'esposto è stato "frutto di un preliminare incontro con il Procuratore Capo di Pescara, il dr. Massimiliano Serpi, magistrato integerrimo e capace, a cui ho dapprima esposto i delicati elementi di prova da me raccolti, e dal quale ho ricevuto poi precise indicazioni sul da farsi".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963