Bomba, prefetto, raddoppio forze ordine

Sarà presidiata dalle forze dell'ordine già dal 19 gennaio la "zona rossa", comprendente 86 strade per un raggio di 800 metri dal luogo dove il 17 ottobre scorso è stato rinvenuto un ordigno bellico della Seconda Guerra mondiale sui vecchi binari della stazione di Ancona: la bomba sarà rimossa il 20 gennaio. Lo ha annunciato il prefetto Antonio D'Acunto in una conferenza stampa insieme all'assessore alla Sicurezza Stefano Foresi, fugando le preoccupazioni dei 12mila residenti della zona compresa tra i quartieri Archi, Stazione, piazza Ugo Bassi, Capodimonte e area Regione, che dovendo lasciare entro le otto della mattina del 20 le loro abitazioni temevano la visita di malintenzionati. Il prefetto, che guiderà l'unità di crisi per fronteggiare l'evento, con nella sala operativa integrata dei vigili del fuoco, ha anche previsto di raddoppiare il numero delle forze dell'ordine. Ci saranno inoltre 300 volontari della Protezione Civile divisi in due turni, 50 volontari del Comune e 100 vigili urbani.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. VivereMarche
  2. VivereMarche
  3. VivereMarche
  4. Corriere Adriatico
  5. VivereMarche

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rapagnano

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...