Arata intercettato, si vantava di aver mandato Siri al governo

REGGIO EMILIA " "Un po' i politici li conosciamo ma i politici sono come le banche, li devi usare! E ogni volta che li usi, paghi, basta! Non è che c'è l'amico politico, non c'è l'amicizia in politica". E' quanto afferma l'imprenditore Paolo Arata, indagato dalla Procura di Roma, in una intercettazione del settembre scorso, agli atti dell'inchiesta, parlando con un imprenditore. A proposito dell'intercettazione gli inquirenti scrivono che Arata "pur non facendo esplicito riferimento alla tangente ma recando riferimento a Siri, esternava l'eloquente considerazione". Arata si "prodigò" nel maggio del 2018 su richiesta di Siri "affinchè quest'ultimo ottenesse un incarico di Governo". E' quanto emerge da una informativa della Dia di Trapani depositata dai pm di Roma in vista dell'incidente probatorio del 25 luglio prossimo nell'ambito dell'indagine che vede indagato anche Siri per corruzione. Leggi tutta la notizia

Categoria: POLITICA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Reggio Sera
  2. Reggio Sera
  3. EmiliaRomagna News24
  4. Modena 2000
  5. Modena 2000

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Reggio nell'Emilia

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...