Pirozzi a giudizio per crollo Amatrice

Il gup del Tribunale di Rieti, Giovanni Porro, ha rinviato a giudizio sei persone per il crollo, avvenuto in seguito al sisma del 24 agosto 2016, causando la morte di 7 inquilini, di una palazzina ex Ina Casa in piazza Augusto Sagnotti ad Amatrice. Il processo, al via dal 6 febbraio 2020, vedrà imputati, con l'accusa di disastro colposo plurimo, omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose, l'ex sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, oggi consigliere regionale di FdI, il progettista e direttore dei lavori, Ivo Carloni, tre tecnici del Genio civile, Valerio Lucarelli, Giovanni Conti e Maurizio Scacchi, e il comandante dei Vigili urbani di Amatrice, Gianfranco Salvatore. Secondo le conclusioni dell'inchiesta, condotta dai pm Lorenzo Francia e Rocco Gustavo Maruotti, la palazzina, in seguito al sisma dell'Aquila del 2009, fu ristruttura ma senza rispettare le norme antisismiche, non fu collaudata e quindi, con la successiva scossa dell'agosto 2016, crollò senza lasciare scampo agli inquilini.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Messaggero
  2. Il Messaggero
  3. Il Messaggero
  4. Il Messaggero
  5. Il Messaggero

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rieti

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...