Roatto

Isis, l'aspirante jihadista era novarese

La Procura di Palermo ha disposto il fermo di due persone accusate di istigazione a commettere reati di terrorismo e autoaddestramento per commettere atti terroristici. Si tratta di un palermitano, Giuseppe Frittitta, 25 anni, residente in Lombardia, e di un marocchino di 18 anni, Ossama Gafhir, che vive a Novara. Secondo gli inquirenti Frittitta (convertito all'Islam) e Ghafir progettavano di andare a combattere con l'esercito dell'Isis in Siria e Turchia. I due si sarebbero addestrati per mesi per azioni di sabotaggio, preparandosi all'uso di armi e allenandosi per raggiungere una preparazione fisica e militare idonea. "La legge di Allah si applica con la spada e bisogna essere crudeli con i traditori e con i ribelli. E morti tutti". Così non sapendo di essere intercettato, Ossama Gafhir parlava con l'amico Frittitta. "Gli apostati - diceva - sono una malattia e non avranno che la spada come medicina. E' arrivata l'ora del combattimento".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie