SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Safe House, mostra dell'artista irlandese Helen O’Leary

Una nuova esposizione alla Galleria Sala 1

Dal 17 aprile al 17 maggio 2019, la Galleria Sala 1 ospita la prima mostra personale italiana dell’artista irlandese Helen O’Leary, vincitrice del Rome Prize 2018-2019, Visual Arts con la proposta di progetto Safe House. 

 

Il lavoro prende ispirazione da uno dei luoghi storicamente più suggestivi di Roma: il Sancta Sanctorum (letteralmente «le cose sante tra le sante»), ovvero l’antica cappella privata dei papi situata nel complesso della Scala Santa, dove si trova anche la galleria Sala 1, il cui nome è legato alla preziosità di numerose e venerande reliquie di santi conservate e ordinate all’interno di un’Arca di cipresso commissionata da Leone III (795-816), è ancora oggi un luogo di culto per i fedeli e di studio per gli artisti e gli storici.

 

Secondo la storia, l’Arca di Leone III non venne più aperta dal 1521 e un’aura ancor più sacra avvolse nel mistero il suo prezioso contenuto. Solamente Padre Hartmann Grisar ebbe l’opportunità nel 1905 di aprire il reliquario e svelare l’incommensurabile tesoro che al suo interno era conservato: oro, argento e avorio, essenze di legno pregiato, cofanetti, croci, cibori, tessuti, ricami, pergamene, miniature e smalti. I frammenti reliquari furono portati nel 1906 nel Museo Cristiano della Biblioteca Vaticana, e in seguito nei Musei Vaticani in accordo con l’emendamento Rescriptum di Papa Giovanni Paolo II (1 agosto, 1999).

 

Le opere di Helen daranno una nuova lettura ai tesori trovati nell’Arca come documentati in molti testi. Grazie anche alle ricerche fatte dall’artista nella collezione dei Musei Vaticani e ad una gran quantità di materiale raccolto da colloqui con storici e religiosi, Helen O’Leary rivelerà nuovamente con le sue “pitture” (così definite dall’artista) le preziosità del sacro tesoro con una serie di opere inedite. Un lungo tavolo dove frammenti di ogni materia e sculture già assemblate sono disposti in maniera apparentemente casuale a replicare l’enfasi creativa del laboratorio di un artigiano.

 

(Foto del sito ufficiale della Galleria Sala 1)

 

Per maggiori informazioni

Altre date relative all'evento

Attenzione, l'evento che stai visualizzando è scaduto

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

Nel frattempo, in altre città d'Italia...