Romano Canavese

Castello Moncalieri, accordo Comune-Arma

Aprono al pubblico le aree del Castello di Moncalieri di pertinenza dell'Arma dei Carabinieri. Lo prevede un protocollo d'intesa siglato il 14 maggio dal Comune e dell'Arma. Dal 2 giugno i visitatori potranno ammirare spazi fino ad ora sconosciuti del Castello patrimonio Unesco, come Salone della Regina, Foresteria, Piazza d'armi, Infernotti, Cavallerizza e Giardini all'italiana. Restano ancora chiuse, invece, le parti di pertinenza del Consorzio delle Residenze sabaude. "Lavoriamo in un luogo straordinario", dice il colonnello Stefano Russo, comandante del Primo Reggimento Piemonte dei carabinieri. "Questo è l'inizio di un percorso pensato con il Comune, che speriamo proseguire - aggiunge -. Il Castello ha molti altri spazi da mettere a disposizione". Soddisfatto il sindaco, Paolo Montagna: "E' un momento importante per Moncalieri, che ha il Castello come simbolo. Ora auspichiamo che il Consorzio delle Residenze sabaude faccia la sua parte e attivi l'intesa ferma dal 2017. Noi ci mettiamo la faccia".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie